Alcuni sono colpiti, tutti noi siamo fatti apposta!

E‘ passato del tempo ed è rimasto tranquillo per molto tempo da quando nell’agosto 2017 una delle più importanti piattaforme Internet della sinistra radicale è stata vietata dal Ministero dell’Interno per motivi inconsistenti e poi tolta da Internet dagli operatori*.

Dal 2009 linksunten.indymedia.org ci ha accompagnato nelle nostre battaglie quotidiane e ci ha fornito un mezzo adeguato. Su nessun’altra piattaforma con questa gamma nell’area di lingua tedesca è stato possibile scambiare, segnalare e spiegare se stessi in modo anonimo e sicuro. Nessun’altra piattaforma è riuscita a unire così tanti spettri e movimenti che sono stati attivamente coinvolti nel lavoro di pubbliche relazioni radicali di sinistra.

Quando i grandi capi di Stato si sono incontrati per il vertice del G20 all’inizio di luglio 2017, si è sviluppata una massiccia resistenza contro di esso, che ha portato ad una temporanea perdita di controllo delle forze di sicurezza. Tra l’altro, come reazione a questa forte protesta, nei mesi successivi si è scatenata un’ondata di repressione contro la scena di sinistra in Germania, che non esisteva da molto tempo, sotto forma di perquisizioni domiciliari, perquisizioni pubbliche, lunghe pene detentive (in custodia cautelare), campagne di diffamazione e leggi più severe. In questo contesto vediamo anche il divieto di linksunten.indymedia.org.

Che questo accade anche in un momento in cui i rifugi fuggitivi sono di nuovo in fiamme, il razzismo e il fascismo sono da tempo tornati socialmente accettabili e l’AfD ha trovato la sua strada in tutti i parlamenti è uno schiaffo in faccia a tutti coloro che hanno usato linksunten.indymedia.org per opporsi all’emergente e completa svolta a destra.

Non vogliamo e non possiamo accettare che tutto questo rimanga senza risposta. Invitiamo pertanto tutti i compagni e i veicoli a partecipare alla nostra campagna per il giorno (((i))), il sabato prima dei processi presso il Tribunale amministrativo federale di Lipsia. Pertanto organizzeremo una manifestazione nazionale a Lipsia per esprimere la nostra solidarietà con linksunten.indymedia.org e per difenderci contro il divieto.

Costruiamo reti di solidarietà, mettiamoci in contatto con noi e dimostriamo insieme che non siamo disposti a portare avanti queste condizioni!

Trasformiamo il giorno ((((i)))) in un giorno di resistenza!